08 luglio 2005

#002

Eccomi di nuovo qui, amici cari! e stavolta non per farvi immaginare sapori e odori da acquolina in bocca.
Ma l'odore delle bombe, del fumo della carne bruciata, del sangue, l'odore della paura.
L'odore che impregna una città e i suoi cittadini e che non c'è deodorante al mondo che può cancellare.
L'odore che rimane nella memoria e che ci fa chiudere sempre di più le imposte della nostra vita agli altri.
L'odore, e il sapore, di una sconfitta che ti rimane in bocca, amara, perchè non hai saputo o voluto o potuto costruire un mondo migliore. L'odore che passa attraverso i teleschermi e marchia indelebilmente i bambini.
"Beati gli operatori di Pace perchè saranno chiamati Figli di Dio".

1 commento:

pp ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.