10 agosto 2005

Cindy Sheehan

Per capire l'atmosfera che si respira in questi giorni negli USA e' interessante puntare gli occhi sul caso di Cindy Sheehan, la mamma di un giovane soldato caduto in Iraq. Si e' accampata davanti al ranch di Bush per chiedergli di interrompere il suo mese di vacanza (non c'e' molto da lavorare per il Presidente, right?) e spiegargli in qual modo la guerra in Iraq possa essere giustificata al punto di accettare la morte di suo figlio. Inutile dire che Bush non si fa vedere, e questa storia sta assumendo le dimensioni di Davide e Golia...

2 commenti:

Lisetta ha detto...

...no comment....

MB ha detto...

"...preghiamo per quegli infelici che, avvelenati senza loro colpa da una propaganda d'odio, si son sacrificati per il solo malinteso ideale di Patria calpestando senza avvedersene ogni altro nobile ideale umano."
(L'obbedienza non è più una virtù - Don Lorenzo Milani - 23 febbraio 1965)