01 agosto 2005

PUBBLICITA' INGANNEVOLE.

Dopo MDC anche Cittadinanzattiva contro Vodafone

12/07/2005 - 12:10

Dopo l'esposto presentato dal Movimento Difesa del Cittadino all'Autorità Antitrust per verificare l' ingannevolezza della campagna pubblicitaria Voidafine Omnitel, anche Cittadinanzattiva annuncia un monitoraggio costante su tutte le offerte di telefonia mobile del gestore. In particolare, nel mirino delle associazioni dei consumatori è la campagna pubblicitaria "PASSA A VODAFONE. AVRAI 600 € DI TELEFONATE IN REGALO". Ma per ricevere questo presunto "regalo" di 600 €, sottolineano i consumatori, l'utente dovrà effettuare almeno 30 ricariche da 25€ per giungere al totale del bonus di 300 €.


"La number portability è una conquista per la quale ci siamo battuti da anni ma può diventare anche un trabocchetto", afferma Giustino Trincia, vice segretario generale di Cittadinanzattiva. "Purtroppo, la concorrenza tra le compagnie su questo versante si traduce troppo spesso in un sentiero minato per il consumatore, costretto a difendersi dai martellanti messaggi pubblicitari dai contenuti ingannevoli".


"La effettiva trasparenza delle tariffe e dei piani tariffari", ha concluso, "è un fondamentale elemento di concorrenza e sviluppo. Abbiamo scelto l' azione giudiziaria di inibitoria generale ai sensi della 281/98 per ottenere la rimozione tempestiva della pubblicità della Vodafone che a nostro modo di vedere trae in inganno il consumatore".
Dall'aprile 2002 all'aprile 2004 il numero di portabilità effettuate in Italia ha raggiunto la quota di 2.2 milioni di linee. Il fenomeno è in crescita e si calcola che ad oggi le richieste giornaliere di portabilità mobile siano di circa 4000.

Nessun commento: