08 marzo 2006


Questa immagine è un ricordo del 2000, mio figlio era appena nato e stavo provando a realizzare qualche "Polaroid Transfer" , cioè trasferire l'emulsione della Polaroid dal supporto originale ad un foglio di carta (in questo caso carta acquerello).
La Polaroid faceva parte del nostro mondo, era diventato un nome comune. Non c'era set fotografico che non contemplasse il rituale dell'"apertura" della Polaroid di prova, in religioso silenzio..
scrivo tutto questo perchè abbiamo saputo da poco che la rivista che ricevevamo da moltissimi anni (il P-Magazine) e sulla quale speravamo sempre di essere pubblicati (anche se non abbiamo mai inviato materiale, anche perchè fare foto creativa con la polaroid è costosissimo e non ci siamo mai riusciti), ebbene questa rivista non esiste più...
Un altro pezzo del notro mondo che scivola via.. La Polaroid tra l'altro era stata già venduta al Petters Group (USA, MN) a dicembre dell'anno scorso.
Chi si vuole "divertire" ancora con il materiale Polaroid "tradizionale" forse dovrebbe fare presto!

2 commenti:

Morgan ha detto...

Sempre più schizzofrenici nella e a causa della tecnologia.

Morgan

MB ha detto...

Benvenuto Morgan