04 dicembre 2006

passaggio di stagione

Colte, queste piante, di sera, ora che le giornate si fanno piu' fredde e, ohime', anche piu' corte. E in realta' solo pochi alberi mantengono le foglie. Beh, l'atmosfera si fa crepuscolare in tutti i sensi, e non a caso ci si rinchiude di piu' in casa, quasi a volersi confortare l'uno con l'altro (mi raccomando, confortatevi molto, siii', anche in quel modo li...sembro Sgalambro, don't I?). Tutto si fa, per un altro Inverno.

2 commenti:

eli ha detto...

Si e qui sono già tutti in letargo...

pp ha detto...

uhm...brutto segno...
Pero', eli, oggi e' Sanda Necole, no? Che bella festa, bella l'atmosfera, belle le campane del mattino, bello era la gente che andava a Messa, persino in confessione, e poi la catena degli auguri, perche' tanto la meta' dei Baresi si chiama Nicola, Nicoletta, Colin', Nino, etc. Io ho due zii e un figlio che festeggiano oggi. E a Milano si allestisce la Fiera degli Obei Obei in zona Sant'Ambrogio, il che nella mia mente di terrone (e fiero di esserlo) emigrato creava, complici le caldarroste, un legame particolare tra Bari e Milano.
Beh, insomma...forse e' il caso di svegliare il can che dorme?