30 marzo 2006

28 marzo 2006

Bambini bolliti

"Se leggete il libro nero del Comunismo,
scoprirete che nella Cina di Mao
i comunisti i bambini non li mangiavano
ma li facevano bollire"
(Silvio Berlusconi - Presidente del Consiglio)

"Siamo contrariati da queste affermazioni infondate
e le parole e le azioni dei leader italiani
dovrebbero andare a beneficio della stabilità
e dello sviluppo di relazioni amichevoli tra Cina e Italia".
(Ministro degli esteri Cinese)

E' un'offesa fatta a un popolo di un miliardo 300 milioni di persone.
E se anche la metà se la dimentica, 650 mila se la ricorderanno comunque."
(Romano Prodi - Leader dell'Unione)

27 marzo 2006

Passeggero.

Ha percorso migliaia di chilometri in volo su un deltaplano,
in compaglia di due falchi, ripercorrendo la rotta degli uccelli migratori
e sorvolando il deserto del Sahara e il Mar Mediterraneo.

Ha guidato per 5.300 chilometri con il suo deltaplano
uno stormo di gru siberiane dai ghiacci del Circolo Polare Artico
al Mar Caspio sull'Altipiano Iraniano, dopo aver sorvolato la Siberia.

E' stato il primo uomo a sorvolare la montagna più alta della Terra: l'Everest.

Si stava preparando a sorvolare la Cordigliera Andina,
la seconda catena montuosa più alta del mondo,
volando in compagnia di due Condor che stava allevando da circa un anno.


Angelo D'arrigo è morto ieri mattina cadendo con un aereo militare
che non pilotava lui. Era a bordo come passeggero.
Ciao Angelo

24 marzo 2006

UNICA


Si è spenta in questi giorni nello zoo di Kolkata (l'ex Calcutta) Adwaitya (in lingua bengali "l'unica"), una tartaruga gigante di 255 anni.
La tartaruga, nata nelle isole Seychelles, era stata portata in India dalla Compagnia delle Indie orientali, nel 1875, insieme a lord Robert Clive, governatore britannico. Clive, che l'aveva ricevuta in dono dalla truppa, per un po' di tempo la ospitò nel giardino della sua lussuosa residenza; poi, quando si rese conto della longevità della tartaruga, la consegnò allo zoo. Da allora diventò un simbolo per la popolazione locale, che ora la rimpiange come se fosse stata una persona.

23 marzo 2006

21 marzo 2006

Blue, blue, blue, blue




La Primavera di CCBC


Nuova stagione, nuova home page.
clicca qui

E' PRIMAVERA!


Ve ne siete accorti? Auguri a tutti, speriamo che la dolcezza di questa stagione addolcisca anche gli animi...

20 marzo 2006

Quando tramonta il sol...


...That's what happens at the mall












New Hyde Park, Long Island

17 marzo 2006

17.03.2006 - St. Patrick Day

solo Lui può?

Laudato si', mi Signore, per sora nostra matre Terra,
la quale ne sustenta et governa,
et produce diversi fructi con coloriti fior et herba

16 marzo 2006

NYC


Torna NYC, col freddo ma sempre coloratissima.
Broadway vista da Union Square.

15 marzo 2006

Giornata no?










Capita a tutte una giornata no. Inutile cercare di aggiustarla, lasciala pigramente trascorrere. Se sei famosa evita di uscire di casa...
Nelle foto, in ordine di apparizione: Naomi Campbell, Renee Zellweger, Rachel Hunter, Melanie Griffith, Calista Flockhart, Charlize Theron, Cameron Diaz, Lisa Kudrow.

L'altra verità


Di fatto, non esiste pazzia senza giustificazione e ogni gesto che dalla gente comune e sobria viene considerato pazzo coinvolge il mistero di una inaudita sofferenza che non è stata colta dagli uomini.

Alda Merini

14 marzo 2006

chi sarà?

Nel nostro partito politico manteniamo le promesse.

Solo gli imbecilli possono credere che non lotteremo contro la corruzione.
Perché se c'e qualcosa di sicuro per noi è che l'onestà e la trasparenza sono fondamentali per raggiungere i nostri ideali.

Dimostreremo che è una grande stupidità credere che la mafia continuerà a far parte del nostro governo come in passato.

Assicuriamo senza dubbio che la giustizia sociale sarà il fine principale del nostro mandato. Nonostante questo, c'è gente stupida che ancora pensa che si possa continuare a governare con i trucchi della vecchia politica.

Quando assumeremo il potere, faremo il possibile affinché finiscano le situazioni di privilegio.

Non permetteremo in nessun modo che i vostri bambini soffrano la fame. Compiremo i nostri propositi nonostante le risorse economiche siano esaurite.

Eserciteremo il potere fino a che Si capisca sin da ora che Siamo il partito di FORZA ITALIA, la nuova politica


"Ora provate a rileggere il tutto al contrario, leggete dal basso verso l'alto, riga per riga"

Olandesi, strana gente


AMSTERDAM - Da domani un dvd che fa vedere due uomini che si baciano in un parco e un'avvenente bagnante in topless sarà mostrato nelle ambasciate agli stranieri che chiedono il visto d'ingresso in Olanda. Il filmato e altre dimostrazioni di libertà civili e tolleranza, sarà parte integrante di un test che dovrebbe servire a testare la propensione degli stranieri ad adattarsi e ad accettare gli usi e costumi liberali del paese.

Cretini in tonaca


Incredibile come in questi giorni tutto si mescoli con la politica; sentite qua: Don Paolo Perla, parroco di S.Maria Assunta a Castelnuovo di Porto, in provincia di Roma, il 9 aprile, domenica delle Palme e giorno delle elezioni, non distribuirà in chiesa il tradizionale ulivo per non influenzare gli elettori. Il sacerdote però non benedirà nemmeno i rami di palme «per non dar l'idea che ci stiamo convertendo agli arabi»... Inoltre Don Perla protesta per la data scelta per le elezioni stabilite proprio nel giorno delle Palme e nel lunedì santo (dice: «I musulmani per un fatto del genere avrebbero incendiato il Quirinale»).
Bravo Don Perla, se continua così lo vedremo presto predicare in studio da Bruno Vespa. Non si lamentasse il clero se le chiese rimangono vuote; a quanto pare non sono solo i fedeli a soffrire di crisi e confusione mistiche!
Vuoi leggere l'articolo?

Last minute


Volete un posto per lo spettacolo di stasera di Beppe Grillo al Teatro Team? Scordatevelo, lo show è sold out già da diverso tempo. Però Grillo sarà all'Ateneo di Bari in Piazza Umberto 1 alle ore 12 per una lezione su "Il Valore dell'Acqua". Con lui il Presidente dell'Acquedotto Pugliese Petrella.

13 marzo 2006

La Maga delle Spezie

Nei giorni scorsi ho letto un bellissimo libro che profuma di spezie orientali, tradizioni e leggende indiane. Permettetemi di interrompere la "comica serietà" (nel senso che ci sarebbe da ridere, ma purtroppo non è così) di questi giorni politicamente agitati con alcuni brani tratti, appunto, da "La Maga delle Spezie" di Chitra Banerjee Divakaruni. Buona lettura.

Io sono una Maga delle Spezie.
La mia passione sono le spezie. Ne conosco origini, significato dei colori, profumi. Posso chiamarle una per una con il nome assegnato loro quando la terra si spaccò come una scorza per offrirle al cielo. Il calore che emanano mi scorre nelle vene. Dall’amchur, la polvere di mango, allo zafferano, tutte si piegano ai miei comandi. Un sussurro e mi svelano proprietà segrete e poteri magici... Il peperoncino, per esempio, la spezia del rosso giovedì, giorno della resa dei conti. È la spezia più potente e con la sua buccia rossa e rugosa, la più bella. Ha un altro nome: pericolo. Il peperoncino canta con la voce di un falco che sorvola in cerchio monti calcinati dal sole dove non cresce nulla. Lanka, lanka... A volte lascio che il suo nome mi rotoli sulla lingua e ne assaggio la seducente puntura." Sospira. Si alza e va verso la porta della bottega, solleva il coperchio di un contenitore posto proprio a fianco dell'ingresso e dice: "Il giorno della curcuma, invece, è la domenica, quando la luce gocciola burrosa nei barattoli di latta che se ne imbevono fino a splendere." Mi avvicino a lei e sento subito l'odore della curcuma, anche se mi ci vuole un attimo prima che il cervello ne registri l'aroma sottile, lievemente amaro come quello della pelle e quasi altrettanto familiare. Tilo mi invita ad accarezzarne la superficie con la mano: "Lascia che la polvere gialla ti infarini il palmo e i polpastrelli: è polvere d'ala di farfalla." Poi anche lei fa scivolare il palmo della mano sulla superficie serica della spezia e l'avvicina al volto, strofinandosi le gote, la fronte e il mento. "Per millenni prima dell'inizio della storia, le spose - e le fanciulle che aspiravano a maritarsi - hanno fatto lo stesso. È la spezia della bellezza, più soffice del raso. Se la tengo tra le mani, la curcuma mi parla, con una voce di crepuscolo che riecheggia l'inizio dei tempi. La curcuma, chiamata anche halud, giallo, il colore dell'alba e dello squillo delle conchiglie suonate sul far del giorno. La curcuma capace di conservare, di mantenere sano il cibo in una terra di calore soffocante e di fame. La curcuma, spezia della fortuna, spalmata sulla fronte dei neonati in segno di buon auspicio e strofinata lungo gli orli dei sari nuziali".

Sono stregato dai profumi e dai segreti di questa maga e della sua bottega, è come se mi stessi perdendo nel tepore di un abbraccio, come se avessi nostalgia di tradizioni che non mi appartengono e scoprissi di volere cose che non avrei mai creduto.

The jellyfish peaceful world


Ritorno con una foto.

Piena di misterioso relax.

From Genesis to Revelation

Genesis di nuovo insieme? La voce circola da mesi, ma i 'rumours' puntualmente sono stati respinti al mittente. Però negli ultimi giorni il tam-tam tra vecchi e nuovi fan è ripreso, alimentato anche dalla notizia che i due leader storici, Peter Gabriel e Phil Collins, terranno una conferenza stampa mercoledì a Los Angeles. Ovviamente ci si chiede se si tratterà dell'annuncio di una collaborazione episodica o di qualcosa di più. Secondo alcune indiscrezioni, la mitica band potrebbe riformarsi per incidere anche un nuovo album e dare vita a un tour.

Già verso la fine dello scorso anno Phil Collins si era detto favorevole a tornare al suo vecchio 'lavoro' di batterista e lasciare il microfono alla voce storica del gruppo: "Sarei onorato di suonare la batteria e lasciar cantare Peter Gabriel", aveva detto durante il suo tour in Israele, "se torniamo insieme io ci sarò. Se non succede... vuol dire che ci sono troppe cose in cantiere".

La band inglese nasce nel 1967, inizialmente formata da Tony Banks, Peter Gabriel, Anthony Phillips e Mike Rutherford. Nel '71 entrano Phil Collins e Steve Hackett, che sostituisce Phillips. Ma dopo lo straordinario successo del settimo album del gruppo, l'opera rock "The Lamb Lies Down on Broadway", qualcosa si rompe e nel 1975 Peter Gabriel lascia i Genesis. Il leader della band, e cantante, diventa allora Phil Collins. Dieci anni dopo è lo stesso Collins a provare la carriera solista. E i Genesis provarono a continuare con Ray Wilson, scelta bocciata da pubblico e critica.

Ma ora occhi - e orecchie - puntate su mercoledì: per i fan dei vecchi Genesis potrebbe arrivare, parafrasando il titolo del primo album della band, la tanto attesa "Revelation".

(da Repubblica.it)

Vittimismo e Comunicazione

La comunicazione presenta tre aspetti: la trasmissione, gli effetti che produce e il contenuto.
La trasmissione riguarda il modo in cui il messaggio viene trasmesso.
Gli effetti che produce sono le conseguenze e queste possono essere funzionali e disfunzionali alla comunicazione, nel senso che possono tendere ad aprirla o a bloccarla. Questi effetti dipendono e sono strettamente collegati al contenuto della comunicazione.
Il contenuto può essere assertivo, aggressivo e vittimistico.
La comunicazione assertiva è chiara, sintetica, esplicita. In tal caso il parlante si prende la responsabilità di dire ciò che pensa.
La comunicazione aggressiva è quella che sottende un rimprovero. (Esempio: " Si può sapere cosa hai fatto?"). Chi ascolta alza le barriere.
La comunicazione vittimistica è quella con la quale si esprimono i propri bisogni in maniera da colpevolizzare l'altro. (Es.: "Non ce la faccio più ad ascoltarti", "Mi alzo e me ne vado"). L'effetto di questa comunicazione è di produrre nell'altro una reazione di evitamento, bloccando così la relazione. Nel vittimismo c'è sempre un atteggiamento passivo-aggressivo.
Di fronte ad una comunicazione aggressiva (Es.: "Si può sapere dove hai messo il libro?"), si può rispondere:
a) in maniera assertiva (es.: "Nel secondo cassetto")
b) in maniera aggressiva (es.: "Ma perché non puoi cercarlo?")
c) in maniera vittimistica (es.: "Ma non puoi sempre chiedermi tutto!")
La risposta aggressiva ha come effetto quello di provocare in chi ascolta, altra aggressività.
La relazione quindi diventa simmetrica e non complementare.
Si ha comunicazione simmetrica quando si utilizza la stessa modalità dell'interlocutore (aggressiva o vittimistica).
In tal caso la comunicazione è disfunzionale fino ad arrivare all'escalation simmetrica (esasperazione del conflitto).
Si ha comunicazione complementare quando si interrompe la modalità aggressiva o vittimistica dell'interlocutore, perché si utilizza la comunicazione assertiva, facendo sì che l'altro, si prenda le proprie responsabilità. Poiché fa chiarezza e apertura, questa comunicazione è funzionale.

Traetene le conclusioni più opportune.

Tra Ieri e Domani

Ieri l’ennesima puntata dell’ormai famosissimo "Berlusconi Show", domani l’atteso duello tra le facce-da-manifesto più importanti, oggi non ci resta che “consolarci” con la lettura.
Ecco alcune frasi dall’articolo di Curzio Maltese ("I Monologhi del Cavaliere") pubblicato oggi su La Repubblica.

Che cosa succederebbe se per una volta Berlusconi dovesse affrontare un vero contraddittorio con un giornalista, come tutti i politici della terra? La domanda è vecchia di dieci anni. La risposta è arrivata ieri. Il premier in fuga dallo studio, il re nudo ormai ridotto ad abdicare dal regno televisivo.

L’unica colpa di Annunziata è d’aver sollevato di colpo, al cospetto del signor Berlusconi, alcuni dei molti argomenti che da un decennio i bravi cortigiani televisivi evitano con cura.

Poi è bastato che provasse ad interrompere uno dei suoi monologhi, Berlusconi ha perso la testa ed è uscito dallo studio furibondo.

E’ sorprendente che il Grande Comunicatore abbia commesso un errore tanto grossolano.

La destra è naturalmente insorta contro Lucia Annunziata e ha difeso il povero Cavaliere vittima del complotto di una giornalista “comunista”.

Questo Berlusconi non è in grado di affrontare un duello televisivo con regole, domande e risposte cronometrate.

L’ultima frase di Berlusconi, ormai fuoricampo è stata: “Da chi sarebbe controllata la Rai?”. Alla Marzullo, s’è fatto una domanda e s’è dato una risposta.


(Curzio Maltese)

Tutto d’accordo tranne su un punto… è davvero un errore del Grande Comunicatore? Ho la sua mente da showman ha programmato anche la conquista delle fasce più “deboli” con questo gesto di grande vittimismo?

10 marzo 2006

Deutschland Uber Alles

Se volete rendervi conto realmente della considerazione che l'Europa
ha del governo italiano, date un'occhiata alla
versione integrale
dell'episodio legato alla battutaccia di Berlusconi
al parlamentare tedesco Schulz.

08 marzo 2006


Questa immagine è un ricordo del 2000, mio figlio era appena nato e stavo provando a realizzare qualche "Polaroid Transfer" , cioè trasferire l'emulsione della Polaroid dal supporto originale ad un foglio di carta (in questo caso carta acquerello).
La Polaroid faceva parte del nostro mondo, era diventato un nome comune. Non c'era set fotografico che non contemplasse il rituale dell'"apertura" della Polaroid di prova, in religioso silenzio..
scrivo tutto questo perchè abbiamo saputo da poco che la rivista che ricevevamo da moltissimi anni (il P-Magazine) e sulla quale speravamo sempre di essere pubblicati (anche se non abbiamo mai inviato materiale, anche perchè fare foto creativa con la polaroid è costosissimo e non ci siamo mai riusciti), ebbene questa rivista non esiste più...
Un altro pezzo del notro mondo che scivola via.. La Polaroid tra l'altro era stata già venduta al Petters Group (USA, MN) a dicembre dell'anno scorso.
Chi si vuole "divertire" ancora con il materiale Polaroid "tradizionale" forse dovrebbe fare presto!

Auguri


Siamo così, dolcemente complicate,
sempre più emozionate, delicate ,
ma potrai trovarci ancora quì
nelle sere tempestose
portaci delle rose...
(Fiorella Mannoia)
Auguri a tutte le Donne :-)

CIAO DANA


E' morta Dana, la moglie di "Superman".
Per anni aveva combattuto per suo marito e per sé; da dieci anni pioniera della ricerca.
Dana Morosini Reeve, aveva sposato Christopher Reeve nel 1992, lei giovane attrice esordiente, lui di dieci anni più grande e già un divo. Quando, nel 1995, il marito era rimasto paralizzato, dopo una caduta da cavallo, aveva abbandonato quasi completamente la carriera per trasformarsi in devota assistente al seguito del compagno e si era guadagnata l'ammirazione del mondo.
Christopher Reeve, non ce l'ha fatta e se n'è andato due anni fa. E adesso se n'è andata anche lei, dopo aver reso nota la scorsa estate, e con coraggio, la notizia della sua malattia. Dana, 44 anni, è morta per un tumore ai polmoni, senza aver mai fumato una sigaretta.
Lascia un figlio di 13 anni, William. Dal marito aveva ereditato il testimone nella battaglia per la ricerca sulle cellule staminali, con la creazione della Christopher Reeve Paralysis Foundation.
La sua morte ha suscitato un'ondata di cordoglio tra le associazioni che si battono per la ricerca sulle staminali, e anche nel mondo politico: "Ha dato speranza ai malati e agli handicappati che la scienza può rinnovare il mondo", ha detto la leader dei deputati democratici al Congresso, Nancy Pelosi.

08.03.2006


Woman I can hardly express
My mixed emotions at my thoughtlessness
After all I'm forever in your debt
And woman I will try to express
My inner feelings and thankfulness
For showing me the meaning of success

Woman I know you understand
The little child inside of the man
Please remember my life is in your hands
And woman hold me close to your heart
However distant don't keep us apart
After all it is written in the stars

Woman please let me explain
I never meant to cause you sorrow or pain
So let me tell you again and again and again

I love you, yeah, yeah
Now and forever
I love you, yeah, yeah
Now and forever
I love you, yeah, yeah
Now and forever

(John Lennon)

06 marzo 2006

Quando i piccioni fanno Oh!

E il festival di Sanremo lo ha vinto Povia con "Vorrei avere il becco".
No comment. Invece vorrei dirvi la mia su due brani in particolare:

Anna Oxa - Processo a me stessa: brano etno-pop da ascoltare ad occhi chiusi, assolutamente inadatto a Sanremo, ma da far venire i brividi dietro la schiena, soprattutto nell'ultima parte del brano in cui un meraviglioso coro albanese sottolinea le note di quella che potrebbe essere una imponente colonna sonora da film. Lei, un tempo stupenda, ha incattivito la sua espressione con i numerosi interventi chirurgici estetici, e questo in un pezzo così duro, non l'ha di certo favorita. Eliminata la prima sera.



Ivan Segreto - Con un gesto: tra i giovani il mio preferito. Siciliano, cantautore e pianista con forti influssi fusion (Pat Metheney), suona e canta un brano di atmosfera solare dalla struttura estremamente semplice, che accoppia una melodia cantabile a un ritmo coinvolgente, incalzante. Già spalla di Battiato e di Winton Marsalis in Italia: Eliminato.




Infine una considerazione: quest'anno non c'era giuria di qualità ma solo giuria demoscopica e televoto. Quindi ha scelto il pubblico da casa e un campione di persone selezionate secondo chissà quale criterio. In sostanza ha scelto la "massa", quella che i mezzi di comunicazione riescono a manipolare e gestire (da cui "mass-media"). E allora con una mia acrobazia mentale ne deduco che, se ancora una volta canzoni con testi come "Essere una donna non vuol dire riempire solo una minigonna" hanno vinto, allora forse il nostro Presidente del Consiglio ha qualche chance di essere eletto. O no?
Forse i piccioni lo sanno.

LIBERATE TOMMASO!

HORTUS CONCLUSUS

Oscar 2006

Miglior film
Crash (Paul Haggis e Cathy Schulman)

Miglior attore protagonista
Philip Seymour Hoffman per Capote

Miglior attrice protagonista
Reese Witherspoon per Walk the Line - Quando l'amore brucia l'anima

Miglior attore non protagonista
George Clooney per Syriana

Miglior attrice non protagonista
Rachel Weisz per The Constant Gardener

Miglior regia
Ang Lee per Brokeback Mountain

Migliore film straniero
Tsotsi (Sudafrica)

Miglior cartone animato
Wallace & Gromit e la maledizione del coniglio mannaro (Nick Park and Steve Box)

Miglior sceneggiatura non originale
Brokeback Mountain (Larry McMurtry e Diana Ossana)

Miglior sceneggiatura originale
Crash (Paul Haggis e Bobby Moresco)

Miglior scenografia
Memorie di una geisha (John Myhre e Gretchen Rau)

Miglior fotografia
Memorie di una geisha (Dion Beebe)

Migliori costumi
Memorie di una Geisha (Colleen Atwood)

Miglior documentario
La marcia dei pinguini (Luc Jacquet and Yves Darondeau, Francia)

Miglior montaggio
Crash (Hughes Winborne)

Miglior trucco
Le cronache di Narnia (Howard Berger and Tami Lane)

Miglior colonna sonora
Brokeback Mountain (Gustavo Santaolalla)

Miglior canzone
"It's Hard Out Here for a Pimp" (Jordan Houston, Cedric Coleman and Paul Beauregard, Hustle and Flow)

Migliori effetti speciali
King Kong (Joe Letteri, Brian Van't Hul, Christian Rivers e Richard Taylor).

48587


Sta per concludersi la prima fase della campagna "Diritto al cuore" per sostenere EMERGENCY nella costruzione del Centro cardiochirurgico di Khartoum in Sudan.

Fino alla mezzanotte di oggi 6 marzo potrai donare 1 euro inviando un SMS al 48587 mentre dalla rete fissa potrai effettuare allo stesso numero una chiamata del valore di 2 euro.

emergency.it

03 marzo 2006

Affinità


Senza parole

02 marzo 2006

UNA MEDAGLIA PER BERLUSCONI

Alla cerimonia di chiusura delle olimpiadi invernali
di Torino è stato fischiato.
Così Silvio Berlusconi è dovuto volare
fino a New York per ricevere una medaglia.
L'Intrepid Freedom Award ogni anno
premia coloro che si sono distinti per la difesa della democrazia
(dal Corriere della Sera)

01 marzo 2006

Nato sotto il segno dei Pesci...

Auguri PP, amico mio (amico nostro), nel giorno del tuo compleanno.