26 luglio 2005

#1 A prova di stupido

Queste sono le cinque Leggi della Stupidità secondo Carlo Cipolla.

Prima legge

Sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero di individui stupidi in circolazione

La cosa non è così ovvia come sembra, osserva Cipolla, perché:

a. Persone che ci sembravano razionali e intelligenti si rivelano all’improvviso inequivocabilmente e irrimediabilmente stupide.

b. Giorno dopo giorno, con incessante monotonia, si è intralciati e ostacolati nella propria attività da individui pervicacemente stupidi, che compaiono improvvisamente e inaspettatamente nei luoghi e nei momenti meno opportuni.

Cipolla osserva anche che è impossibile attribuire un valore numerico alla frazione di persone stupide rispetto al totale della popolazione. Qualsiasi stima numerica risulterebbe una sottostima.

a domani...

1 commento:

lavette ha detto...

"intralciati e ostacolati nella propria attività da individui pervicacemente stupidi": la verità delle cose vere. (da leggere con vago senso di frustrazione e inadeguatezza) voglio le ferieeeee!!!