07 ottobre 2005

Mare Rosso

Ho sempre apprezzato le automobili e le moto giapponesi, gli hi-fi, le macchine fotografiche, i libri di Banana Yoshimoto e di Yukio Mishima, i cartoni animati, la filosofia Zen, mi piace la musica di Sakamoto e ho visto 6 volte il film “L’estate di Kikujiro”.....
Ieri, per un attimo ho odiato tutto questo, dopo aver visto al tg le macabre sequenze di una ennesima mattanza di delfini in Giappone, in un mare rosso sangue.

11 commenti:

GDI ha detto...

Non esiste civiltà o cultura che non abbia i propri paradossi, anche gli educatissimi giapponesi non ne sono esenti. La cosa assurda è che non si tratta di un popolo che muore di fame se non "pesca" delfini e balene.

Evidentemente la mattanza dei delfini non minaccia la democrazia nel mondo, altrimenti i paesi occidentali avrebbero già provveduto ad invadere il giappone.

ganesha ha detto...

Questo è solo una parte di ciò che sappiamo o che ci perviene.
Forse non sapete che sempre nel bel paese stacanovista dei giapponesi ci sono dei ristoranti, rigorosamente con prive', nei quali i commensali si siedono attorno ad un tavolo con un buco al centro ed attendono la portata clou.
I camerieri, intanto, portano in tavola piattini roventi uno per ciascun ospite ed 1 utensile tipo martello, al termine due inservienti appaiono con una gabbia al cui interno c'è una scimmia viva.
L'animale viene fatto passare sotto il tavolo e gli viene incastrato il collo in modo tale da far spuntare solo la testa.
Il compito ora dei commensali è quello di fracassargli il cranio, estrarre il contentuo e mangiarlo al momento, cotto su supporto rovente.
Il manicaretto, a quanto pare, è pagato davvero a peso d'oro ad uso esclusivo di una classe d'elite.

LS ha detto...

Perfetto... chi vuole il mio panino?

MB ha detto...

Welcome Aleph

aleph ha detto...

grazie!

Lisetta ha detto...

Ganesha il tuo commento mi ha bloccato sullo stomaco la cioccolata che stavo mangiando con tanto gusto...

Welcome ALEPH :-)

GDI ha detto...

Terrificante, anche se, ripeto, a qualcuno sembrerà raccapricciante allo stesso modo sbattere un polpo su uno scoglio e mangiarlo seduta stante o mangiare altre cose a cui noi siamo abituati.

Comunque tutte le rotelle a posto non le hanno i giapponesi.

lavette ha detto...

la mattanza è considerato uno sport..
impressionante la "sedia da combattimento" per la mattanza dei tonni..
ancora più impressionante la bellezza del tonno, i colori meravigliosi che indossa, la regalità del giallo oro delle pinne, il blunotte del corpo, l'imponenza delle sue dimensioni, il sorriso.
il tonno sfoggia un sorriso beffardo, tutto dedicato allo "sportivo" di turno che lo espone sulla banchina insanguinata.

i delfini, per mia fortuna, li ho visti solo nel mare, nuotare, saltare, giocare e seguire la barca che mi ospitava.

mi è bastato il tonno per non mangiare più nè carne e nè pesce per due anni.

PS ganè, la prox volta che ti soffermi su questo tipo di particolari, mi faccio il corridoio e ti faccio 'na caricata!

ganesha ha detto...

Mi dispiace avervi rovinato l'appetito!!! Chiedo umilmente venia!!
Lave' pensa alle risette di plastica che ci mangiamo insieme...per dimagrire...altro che vomito!!!
Per chi non lo sapesse io e Lave' facciamo svaligiare (da una nostra collega che si impernacchia tutta quando le dai sti' incarichi) i discount di queste magnifiche e "delicious" cialde di mais...ma mais de ke'!!!! Di mais si vede solo il colore: GIALLO
Cosa c'è oggi per merenda??? Ma sì dai.. facciamoci una barretta di polistirolo espanso che ci fa salire l'ottimismo...profumo della vita!!!!(larga!!!)

ganesha ha detto...

Sorry...
Aleph...welcome on board :-)
Lave' mi fa' sempre distrarre!!!

lavette ha detto...

uahuahuah!
che ridere ganè, e io che sognavo melange al cioccolato..
apparecchia va' chè vengo a incollarmi la lingua al polistirolo giallo canarino!! :P