18 luglio 2005

Cellulari per cani

Un cellulare a forma di osso da attaccare al collare del proprio animale domestico per fargli sentire la vicinanza del padrone anche quando si trova lontano. L'idea é dell'americano Cameron Robb che, sicuro del successo del suo "Pets Cell", dichiara "la gente non resisterà all'idea di poter parlare ovunque con il proprio cane". Pets Cell invaderà il mercato britannico il prossimo inverno, costo previsto 100 sterline pari a circa 135 euro.... no comment.

5 commenti:

GDI ha detto...

Così gli si continua a parlare anche quando lo abbandonano sull'autostrada???
Passare più tempo col proprio amico a 4 zampe no? Pensarci un po' prima di adottare un animale nemmeno?

Mi domando come abbia fatto il mondo a campare fino all'invenzione del telefono, sembra che senza comunicazione "a distanza" non si possa sopravvivere.

Rhadamanth ha detto...

Invenzione pietosa...
:-(

MB ha detto...

Se io facessi sentire la mia voce al mio cane, non trovandomi diventerebbe pazzo. Che idiozia!

eli ha detto...

Il mio cane farebbe le interurbane... o gli schezi telefonici!

mariachiara ha detto...

il mio cane quando mette il naso per terra...lo stacca solo dopo qualche ore...io assecondo la sua natura e lo lascio libero di esprimersi nei prati ma a volte mi preoccupo non vedendolo tornare...credo che non sia affatto pietosa come invenzione! come per ogni cosa, dipende dall'uso che uno ne fa. E per quanto riguarda la comunicazione...beh preferisco dare un cellulare al mio cane che farmi venire le ansie non vedendolo tornare! Mi ripeto, se usata bene la tecnologia aiuta
ciao a tutti