07 luglio 2005

No Comment



12 commenti:

pp ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
nikla78 ha detto...

Mi associo, onore e rispetto per le vittime di Londra.

C'è una cosa che mi fa rabbia però:

- perchè le guerre le fanno i potenti ma le mazzate le prendiamo sempre noi!!!!

..mi sento ora più che mai un piccolo piccolo piccolo puntino perchè sono impotente davanti a tutto questo.

eli ha detto...

I can't believe the news today
Oh, I can't close my eyes
And make it go away
How long?
How long must we sing this song?
How long? How long?
'Cause tonight, we can be as one
Tonight

Broken bottles under children's feet
Bodies strewn across the dead end street
But I won't heed the battle call
It puts my back up
Puts my back up against the wall

Sunday, Bloody Sunday
Sunday, Bloody Sunday
Sunday, Bloody Sunday

And the battle's just begun
There's many lost, but tell me who has won
The trench is dug within our hearts
And mothers, children, brothers, sisters
Torn apart

Sunday, Bloody Sunday
Sunday, Bloody Sunday

How long?
How long must we sing this song?
How long? How long?
'Cause tonight, we can be as one
Tonight, tonight

Sunday, Bloody Sunday
Sunday, Bloody Sunday

Wipe the tears from your eyes
Wipe your tears away
Oh, wipe your tears away
Oh, wipe your tears away
...Sunday, Bloody Sunday...
Oh, wipe your blood shot eyes
...Sunday, Bloody Sunday...
Sunday, Bloody Sunday...Sunday, Bloody Sunday...
Sunday, Bloody Sunday...Sunday, Bloody Sunday...

And it's true we are immune
When fact is fiction and TV reality
And today the millions cry
We eat and drink while tomorrow they die

...Sunday, Bloody Sunday...

The real battle just begun
To claim the victory Jesus won
On...

Sunday, Bloody Sunday

lorenzo ha detto...

xkè le vittime di Londra hanno più valore di quelle irachene, tanto da essere citate su questo blog ???

scusate l'irruzione ... magari qualcuno mi potrà rispondere ...

nikla78 ha detto...

ciao Lorenzo hai perfettamente ragione.
A me piacerebbe sapere come stanno realmente le cose..e poi per quanto squilibrati siano questi terroristi da cosa sono spinti? quali sono i motivi reali di questi attentati? tu sapresti a chi chiederlo?

lavette ha detto...

lorenzo, le vittime sono tali, irachene o londinesi.
e il disgusto è identicamente forte, sia che siano vittime delle bombe, della guerra o della fame.
personalmente credo su questo blog si stia semplicemente esprimendo solidarietà per chi soffre, a prescindere dal resto.

pp ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ganesha ha detto...

Oggi la capitale britannica piange le sue vittime innocenti. Il mondo, oggi, trema...di nuovo e ancora. Il terrore e l'angoscia si espandono come una macchia di inchiostro su una bianca tovaglia di fiandra. E noi, siamo sempre lì, spettatori planetari di uno scempio.
La domanda che mi viene in mente è "perchè?" Banale? Indubbiamente; per la ragione che a questa domanda si possono dare milioni di risposte razionali. Ma il "perchè" siamo "noi". Ed ecco che la fede vacilla...Pregare? A cosa serve. Dov'è il Dio redentore dei popoli tanto decantato nella Bibbia che dovrebbe salvare il mondo? Ammesso che ne esita uno, il mondo avrebbe bisogno di essere salvato ora!!! A cosa servirebbe aspettare ancora. Troppo comodo quando tutti saranno belli morti e decrepiti e...sull'altra vita, quella eterna, beh è discutibile che ce ne possa essere un'altra.
I "potenti" della terra, dalla Scozia, inviano messaggi di cordoglio e solidarietà. Perchè?!!
Frasi fatte, di circostanza. Comprendono, loro, cosa si potrebbe provare una mattina andando al lavoro, accompagnando i figli a scuola o semplicemente fare shopping prendendo l"underground" e in un attimo aver perso il marito, il figlio, l'amico, le persone a te più care? Per i media è uno scoop come tanti altri. Ma i morti si piangono in casa, il dolore incommensurabile di aver perso una parte di te, della tua vita. Gli innocenti non si sono spenti di vecchiaia o di malattia, sono scomparsi perchè qualcuno ha deciso per loro, schiacciando un bottone, che da oggi non ci saranno più...annientati.
Beh certo...dimenticavo...i potenti non possono comprendere, loro non hanno una vita normale, loro sono blindati e vivono in roccaforti da mille e una notte. Sono loro gli dei. Si è vero sono "potenti" perchè hanno il potere...di lasciarti vivere o di mandarti a morire.
La bellicosità e la collera sono insiti dell'uomo ed il bellicismo sulla terra è sempre la migliore soluzione a tutto. Peccato però che Dio non se ne fosse mai accorto di questi piccoli, chiamiamoli "difettucci di fabbrica" della migliore delle sue creature: l'uomo.

Più "innocenti e candide" forse, le abitudini sessuali di Melissa P. e l'iniziazione ai rituali della carne di Mari, protagonista ossessionata e perturbante di "Hotel Iris" di Yoko Ogawa

eli ha detto...

VITTIME

LONDRA - 8:49, donne, bambini, businessmen; fino a questo momento (07/07/05 un'altra data da ricordare?...) non sapevano nulla di guerra nella City.

IRAQ - donne, bambini, vecchi che "conoscono le mucche e le pecore, e le leggi delle stagioni. Non sanno nulla di guerra, di mine e detonatori, né sanno chi ringraziare per le loro disgrazie." (Gino Strada)

lorenzo ha detto...

effettivamente mi sono fatto prendere da una sorta di rabbia x il nuovo "bombardamento mediatico" a cui adesso saremo sottoposti ... rabbia xkè qualcuno debba decidere x me quando devo essere triste x la morte di qualcuno e quando invece posso restarne indifferente ... quanto alla buona fede ideologica del blog, non posso nutrire dubbi: l'ho letto un pò tutto e ne ho un'idea più che positiva ... x questo credo di dovere delle scuse x aver causato una reazione che, seppur sbagliata, credo sia del tutto legittima (mi riferisco al comment di pp ... :p)

in realtà non saprei a chi chiedere lumi sulle motivazioni dei "terroristi", ma non posso fare a meno di pensare che ce ne debbano essere x forza ... non riesco proprio a sentirmi dalla parte delle vittime e se ogni tanto qualcuno s'incaxxa, ci dovrà essere un motivo ... ma anche questa potrebbe essere una mia visione distorta delle cose ...

quanto alla fede, l'unico modo che ho trovato x spiegare i "difettucci di fabbrica" del nostro (degli uomini) dio (ammesso che ci sia), è quello di pensare al dono, oggettivamente, migliore che potesse darci: il libero arbitrio ... il perchè siamo noi e in fondo non è così banale ... complicato sicuramente, ma di certo non banale, almeno fino a quando riusciremo a non perderlo di vista ...

pp ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
faulkner78 ha detto...

ma siamo davvero convinti che senza la guerra in iraq tutto questo non sarebbe successo

noi li abbiamo gia' assolti, ma loro si sforzano di mostrarsi colpevoli