21 novembre 2005

CINA, EMERGENZA PELLICCE

Una nuova investigazione, condotta da LAV, Swiss Animal Protection e EAST International, ha portato alla luce orrori inimmaginabili all’interno degli allevamenti di animali da pelliccia in Cina: animali scuoiati vivi per il mercato della moda di Italia, Europa, Usa, Giappone, Corea e Russia.

La LAV, con il tuo aiuto, chiede al Governo Italiano di approvare al più presto un bando nazionale che vieti l’importazione e la commercializzazione di pelli e pellicce provenienti dalla Cina.
Firma la petizione.

5 commenti:

aleph ha detto...

Io scuoierei vivi tutti gli stilisti (e le industrie che li appoggiano)! Ammiro infatti la decisione del grande magazzino Selfridges di Londra che ha deciso di non vendere più capi di pelliccia.

lavette ha detto...

eli, stavo procedendo, come al mio solito, a firmare la petizione per tutta la mia NUMEROSA famiglia ma non funziona il link.. :|
mi hanno scoperto??

LS ha detto...

lavette riprova adesso, ora funziona

eli ha detto...

Se ve la sentite di vedere con i vostri occhi le brutalità inflitte agli animali da pelliccia in Cina, potete visionare qui il filmato integrale.
Personalmente non ho ancora trovato il coraggio...

lavette ha detto...

grazie lino!
fatto!!
..no eli, il coraggio non ce l'ho, se di coraggio si tratta.
mi fido, la cattiveria riesco benissimo ad immaginarla..